17/09/2017
Il tavolo del Cibo

Il Tavolo del cibo di Viareggio è una realtà che si è costituita per iniziativa della Caritas diocesana e riunisce varie associazioni e attori del territorio che a vario titolo si occupano del cibo, dal momento della sua produzione alla distribuzione ai consumatori, alla fruizione nelle mense scolastiche fino alle azioni di recupero contro lo spreco.

Attualmente fanno parte del Tavolo: Coldiretti, CIA, Il Germoglio associazione che si occupa di ritiro e ridistribuzione di prodotti alimentari, Caritas Zonale, Tientibene, Legambiente, Gruppo Acquisto Solidale di Viareggio, Per fare un albero associazione di genitori che promuove un'alimentazione sana, etica, sostenibile e giusta, nel rispetto dei tempi e delle esigenze proprie del bambino, in un'ottica di educazione alimentare per la vita, Verso la transizione una rete di cittadini, attivisti, studiosi, agricoltori etc. interessati a costruire il cambiamento nella comunità locale, verso la sostenibilità, ASP azienda pluriservizi che gestisce le mense nel comune di Viareggio.

Le azioni intraprese fino a questo momento sono state sia a livello di divulgazione e approfondimento delle tematiche di interesse del Tavolo (sovranità alimentare, lotta allo spreco, valorizzazione della filiera corta, valorizzazione dell'agricoltura locale e della preservazione del territorio rurale periurbano, etc), che di organizzazione di incontri più tecnici di confronto fra diversi attori della filiera alimentare locale in vista di possibili interazioni virtuose.

    Nel 2016 è stato organizzato un ciclo di incontri pubblici attorno al tema “Terra, Cibo, Città” che hanno visto gli interventi di relatori da tutta la regione

    Un'altra pista di lavoro su cui si sta muovendo il Tavolo del Cibo, è quella del recupero di aree incolte da destinare a utilità sociale. Per questo motivo il Tavolo si è interessato al bando “Centomila Orti in Toscana”, promosso dalla Regione in via sperimentale in alcuni Comuni e da quest'anno anche nel territorio viareggino.

    Il Tavolo ha elaborato una proposta progettuale individuando un'area incolta all'interno del quartiere Terminetto a Viareggio, in cui realizzare orti da assegnare a cittadin* del quartiere, destinandone una quota a famiglie in ristrettezze economiche, segnalate dai centri di ascolto Caritas, giovani senza occupazione e giovani richiedenti asilo. Le eventuali eccedenze di produzione saranno donate ai centri di distribuzione alimentare del territorio. E' prevista inoltre un'area a coltivazione comune, un orto didattico per le scuole e un'area destinata alla formazione e alla socialità.

    Il progetto, denominato “Orti del Terminetto”, è stato proposto all'amministrazione comunale per essere inserito nel progetto complessivo con il quale il Comune di Viareggio ha partecipato al bando “Centomila Orti in Toscana” arrivando secondo nella graduatoria regionale e accedendo così al finanziamento.

     

    Aggiungi un commento